user_mobilelogo

In questa pagina speriamo di dare al visitatore, un servizio utile. Saranno inserite sempre delle informazioni relative alle normative che determineranno nell'arco del tempo le necessarie misure di controllo, o anche le agevolazioni fiscali su tutti gli impianti di nuova istallazione oppure gli adeguamenti di quelli vecchi.

L'intento è di riuscire a semplificare all'utente la scelta del "cosa" e "come" fare.

 

IMPIANTI TERMICI (Legge Regionale 17 del 25-06-2007)

Per le caldaie con potenza al di sotto di Kw 35, la periodicità della manutenzione con pulizia e verifiche di funzionamento è prevista per legge ogni anno nel caso in cui il costruttore non specifichi diversamente sul libretto di uso e manutenzione.
La certificazione impianto, presso l'ente preposto della provincia, è obbligatoria su tutto il territorio nazionale ogni due anni con controllo del rendimento di combustione. Il tecnico rilascerà una copia dell'allegato G dove verrà applicato il bollino, mentre un’altra copia verrà da noi consegnata  allo sportello controlli della provincia appartenente.
Per le caldaie con potenza al di sopra di Kw 35, la manutenzione è prevista in ogni caso tutti gli anni, con la pulizia, verifica funzionamento e controllo rendimento di combustione.Il tecnico rilascerà una copia dell’allegato F che l'utente conserverà unitamente al versamento postale per la certificazione impianto, il cui costo varia a secondo della provincia di appartenenza.
Per le caldaie con potenza al di sopra di Kw 116, il controllo è previsto due volte l'anno, in questo caso verrà eseguita la medesima operazione precedentemente illustrata con cadenza semestrale ed alcune verifiche aggiuntive;  inoltre  aumenterà il costo della certificazione.

IMPIANTI CLIMATIZZAZIONE (D.P.R.43 del 27-01-2012)

Per gli impianti di climatizzazione contenenti meno di Kg 3 di gas refrigerante, attualmente non sono previsti obblighi riguardo il controllo periodico e certificazione di assenza perdite, la manutenzione resta a discrezione del responsabile impianto secondo quanto specificato dal costruttore.
Per gli impianti di climatizzazione contenenti da Kg 3 a Kg 30 di gas refrigerante, secondo il d.p.r.43 entrato in vigore a Marzo 2012; questa tipologia di impianti deve essere controllata ogni 12 mesi per escludere la possibilità di presenza perdite nel circuito frigorifero. Operazione che deve essere certificata su un apposito registro di impianto redatto da personale in possesso delle adeguate certificazioni individuali.
Inoltre il responsabile dell’impianto deve entro il 31 Maggio di ogni anno presentare una dichiarazione contenente informazioni riguardanti la conformazione del proprio impianto e la quantità di refrigerante contenuto in esso e specificato sul registro di impianto presso l’ Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.
In caso di inadempienza nell’effettuare i controlli, nella mancata presenza del registro di impianto o mancata registrazione dell’impianto presso l’ISPRA, sono in vigore sanzioni amministrative (visionabili nella nostra area News).
Per gli impianti di climatizzazione contenenti da Kg 30 a Kg 300 di gas refrigerante, il controllo deve essere effettuato ogni 6 mesi nelle stesse modalità illustrate precedentemente.

Gestione
Manutenzione
Conduzione
Impianti tecnologici

Caldaie a Gas
Climatizzatori
Centrali Termiche
Solare Termico

rosso

Servizio ricerche perdite acqua/gas

Videoispezioni

verde

PRT srl SERVICE
Via Vittorio Emanuele
66020 Sambuceto CH